Perché 108?

 

Il numero 108 è un numero sacro in molte religioni (Induismo, Buddismo, Giainismo) e un numero importante in tanti altri campi, come la fisica, la chimica, l’astrologia, la mitologia.

Alcuni significati del numero 108:

  • 108 sono i grani dei Japa Mala tibetani (ma anche dei rosari cristiani);
  • 108 sono le divinità induiste e recitare i loro nomi sgranando un mala è considerato sacro;
  • 108 sono le stelle considerate sacre nell’astrologia cinese;
  • 108 sono i rintocchi di campana per salutare il nuovo anno in Giappone, ogni rintocco rappresenta una delle 108 tentazioni materiali a cui una persona deve resistere per raggiungere il Nirvana;
  • 108 sono le lettere nel Sanscrito, 54 maschili (Shiva) e 54 femminili (Shakti);
  • 108 sono le Upanishad, testi religiosi e filosofici indiani risalenti ai Veda;
  • 108 sono i metri di diametro del monumento Stonehenge;
  • 108 sono i tipi di meditazione;
  • 108 sono i sentieri che conducono a Dio;
  • 108 sono, per alcune filosofie, il numero massimo di reincarnazioni per giungere al Nirvana (Illuminazione);
  • 108 sono i canali energetici (Nadi) che convergono da e verso Anahata, il Chakra del Cuore;
  • il numero 108 simboleggia l’unione tra Shiva e Shakti (maschile e femminile), la Creazione del Mondo;
  • 108 sono i Pitha, centri sacri sparsi in India;
  • il Sole e la Luna sono distanti dalla Terra ciascuna 108 volte il loro diametro;
  • 108 è il peso atomico dell’argento, che si dice rappresenti la Luna.